giovedì 9 ottobre 2014

LA MIA OPINIONE SU...LA CAMERA DI SANGUE DI JANE NICKERSON.

Buonasera lettori! Prima di andare a cena vi lascio con la recensione di un romanzo che mi ha colpito moltissimo.
Spero che vi piaccia ^^

Titolo: La camera di sangue
Autrice: Nickerson Jane
Prezzo: € 17,00
Dati: 2013, 364 pagine
Editore: Mondadori  (collana Chrysalide)

Trama: Sophia Petheram ha diciassette anni quando, dopo la morte del padre, attraversa in carrozza la selva intricata e spettrale che conduce alla tenuta di Wyndriven Abbey, in Mississippi. Qui sta per conoscere finalmente il ricco amico di famiglia che la prenderà in custodia: monsieur Bernard de Cressac. Fin dall'arrivo nella nuova dimora, Sophia si trova a vivere nel lusso più sfrenato, viziata e accontentata nei minimi capricci. La ragazza è affascinata dalla generosità e dal carisma di monsieur Bernard. Lui le impedisce, però, di ricevere visite e, in sua assenza, la affida all'occhio vigile di Odette, una giovane dama di compagnia francese. A spaventare Sophia è il passato del facoltoso tutore, sposato più volte: le sue mogli sono morte in circostanze misteriose e la ragazza ne intravede i fantasmi. Hanno tutte i capelli rossi, con sfumature color bronzo e oro. Proprio come lei... Ma se l'amore è un assassino meraviglioso, Sophia vuole scoprirne il volto. 
La mia opinione: Ho terminato questo libro ieri sera e vi giuro che ho trattenuto il fiato fino alla fine.
Inizialmente, pensavo che il lato paranormale fosse più marcato, ma in realtà sono rimasta piacevolmente sorpresa dai risvolti vividi e realistici intrapresi dalla vicenda, più simile ad un thriller che ad un fantasy.
Sophia è una ragazza di diciassette anni rimasta sola con i fratelli dopo la morte dei genitori. Per evitare il tracollo finanziario e alleggerire le spese della famiglia Sophia decide di  trasferirsi dal suo ricco padrino: Monsieur De Cressac.
Un uomo affascinante, colto e misterioso che ha manifestato fin dalla sua nascita un interesse morboso per la sua particolare chioma color bronzo.
Quando la ragazza si trasferisce in Mississipi, presso la grande magione di Bernard, è eccitata ed emozionata. Non solo le si presenta un uomo bello e dalla grande personalità, ma disposto a tutto pur di renderla felice. 
In breve tempo però, Sophia si rende conto di essere finita in una trappola. Una prigione dalle parenti dorate che si stringe sempre di più intorno a lei.
Lentamente la vera personalità di Monsieur De Cressac emerge prepotentemente e rivela un personaggio oscuro e dalle mille sfaccettature caratteriali. 
Un uomo volubile e lunatico, in grado di passare  da uno stato emotivo all' altro senza validi motivi.
Un uomo possessivo e geloso, al punto da relegarla in casa, senza darle la possibilità di conoscere nessuno e di stringere legami, nemmeno con la servitù.
Pedinata a vista da una cameriera e dalla governante, Sophia è  in trappola.
Ogni sua mossa è costantemente controllata dall'ossessiva presenza di Bernard, ingombrate e inquietante persino quando non è presente.
In poco tempo Sophia capisce di essere in pericolo, soprattutto quando in soffitta emergono i sordidi segreti del padrone di casa, legati ai suoi precedenti matrimoni.
Quattro donne di cui nessuno parla, ma dalla presenza forte e tangibile soprattutto per Sophia che avverte i loro incitamenti a scappare, velati da pallide apparizioni soprannaturali.
Un romanzo intrigante e misterioso che cattura lentamente nella sua magia. La storia s'ispira alla favola di Barbablù, ma in questo contesto assume una connotazione talmente vivida da sembrare brutalmente reale.
L'autrice è riuscita a ricreare una splendida ambientazione Ottocentesca, senza tralasciare i dettagli inerenti ai costumi, alle abitudini e agli importanti avvenimenti storici dell'epoca.
Ottimi i profili psicologici e caratteriali dei personaggi, sia secondari che primari. 
Bernard de Cressac è sicuramente il più riuscito. Una figura poliedrica e imprevedibile, dalla mente malvagia e contorta, in grado di mostrarsi sempre in maniera diversa.
La sua presenza è sicuramente inquietante e tetra. L'immagine di lui che tiene costantemente sott'occhio Sophia, il suo potere che si estende all'intera tenuta e non lascia via di scampo, il misterioso mazzo di chiavi che custodisce gelosamente sono tutti elementi che enfatizzano il suo lato folle e misterioso.
La parte romance mi ha colpito molto e ha rivelato risvolti inaspettati che non sospettavo.
Insomma, una lettura che mi ha lasciato piacevolmente colpita e che mi ha coinvolto moltissimo.
Il bello dell'intera vicenda è che risulta perfettamente reale e credibile, al punto da immedesimare completamente il lettore nella storia. Mistero, azione, suspence e un pizzico di paranormale si mescolano perfettamente dando vita ad una lettura emozionante che intriga profondamente dall'inizio alla fine.
Assolutamente consigliato!

VALUTAZIONE FINALE : 4 FATINE E MEZZO!
Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic E MEZZO!

Buona lettura
Anita

4 commenti:

Rowan ha detto...

Io l'ho regalato a mia sorella per il compleanno, adesso lo sta leggendo lei, ma penso che appena avrò un attimo di tempo glielo chiederò in prestito perché mi ispira un sacco, anche se da piccola ero terrorizzata dalla fiaba di Barbablù! xD

Anita Blake ha detto...

Anche a me faceva lo stesso effetto da bambina. E ti dirò che anche in questa versione mi ha inquietato parecchio!

CHIARA ROPOLO ha detto...

sono contenta che ti sia piaciuto, è nella mia lista desideri da tanto

Anita Blake ha detto...

Te lo consiglio, merita!