venerdì 18 luglio 2014

LA MIA OPINIONE SU...AMICI DI LETTO DI GINA L. MAXWELL

Buonasera lettori! Stasera vi propongo la recensione di una commedia romantica che mi ha deluso moltissimo : Amici di letto.

Titolo: Amici di letto

Autrice: Maxwell Gina L.
Prezzo: € 5,90 
Dati: 2014, 295 pagine
Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli  (collana I bellissimi)



Trama: Dopo un matrimonio fallito, Lucie è determinata a evitare relazioni passionali per mettersi alla ricerca dell'uomo giusto: bello, in carriera, desideroso di farsi una famiglia e caratterialmente compatibile. Stephen, il brillante medico con cui lavora, sarebbe il candidato ideale, se non fosse che non la degna nemmeno di uno sguardo. La soluzione arriva insieme a Reid, il migliore amico del fratello di Lucie, nonché sua cotta adolescenziale: Reid ha bisogno di fermarsi in città per un breve periodo e in cambio di un posto letto sul divano di Lucie è disposto a dispensarle consigli su come conquistare il dottore. A Lucie, perennemente insicura e abituata a nascondersi dentro maglioni sformati, serve prima di tutto un po' di consapevolezza del proprio fascino. In pochi giorni, però, le "lezioni di seduzione" si trasformano in giochi erotici sempre più spinti e coinvolgenti. E quando c'è feeling tra le lenzuola, è difficile fermarsi... Ma quello che c'è tra Lucie e Reid è solo intesa fisica o qualcosa di più?


La mia opinione:  Quando ho iniziato questo romanzo non mi aspettavo un capolavoro di originalità, ma quantomeno una lettura frizzante ed emozionante.

Purtroppo, gli unici aggettivi che posso associare a questo romanzo sono banale e scontato.
I protagonisti sono Lucie e Reid. Lei è una giovane fisioterapista, distratta, confusionaria e molto timida. 
Dopo il divorzio dall'ex marito è rimasta così scottata da lasciarsi andare completamente, perdendo ogni minima capacità seduttiva.
Reid è un pugile professionista, bello come un divo, dotato come un attore porno , ricco da far spavento, simpatico, dolce, sensibile e chi più ne ha più ne metta.
In poche parole, uno dei tanti clichè nati sull'onda del successo di Mr Grey , di cui ne ho piene le tasche. 
Non so voi, ma io preferisco di gran lunga un protagonista semplice che non sia Mr Perfezione in tutto e per tutto. 
Diciamocelo, un minimo di realismo rende il tutto più piacevole e soprattutto naturale.
Lucie e Reid sono amici d'infanzia e casualmente s'incontrano dopo tanti anni proprio nello studio di lei, perchè lui ha bisogno di una fisioterapista che lo rimetta in sesto dopo un infortunio.
Dopo neanche cinque minuti dall'incontro i due stringono un patto scottante. Lui alloggerà da Lucie per tutta la durata della riabilitazione, lei gli dedicherà tutto il suo tempo per guarirlo, e in cambio Reid le insegnerà l'arte della seduzione.
Forse sono io, ma ditemi voi, come si fa a proporre un patto del genere, ad una persona che rivedi dopo molti anni e che inizialmente non hai nemmeno riconosciuto?
Lucie è un personaggio timido e insicuro che arrosisce per ogni minima cosa, ma che non esita un istante ad accogliere Reid in casa e farsi insegnare l'arte della seduzione.
Un comportamento che ho trovato assolutamente incoerente con il personaggio dipinto dall'autrice e che mi ha fatto immediatamente storcere il naso.
Come da copione, Reid si trasferisce da Lucie e tra un allenamento e l'atro sfodera queste sue preziose lezioni di seduzione, assolutamente scontate e banali.
In maniera assolutamente prevedibile, l' amore che Lucie sembra provare per Stephen, il collega che voleva conquistare a tutti i costi, evapora dopo dieci pagine, completamente surclassato dagli addominali scolpiti e sudati di Reid.
Da qui in poi, si succedono una valaga di situazioni scontate e banali fino al finale che avevo già indovinate a pagina due.
Una storia che di emozionante non ha nulla, composta da personaggi assolutamente scialbi e privi di spessore. 
I secondari sono solo comparse nella love story di Reid e Lucie, completamente inutili e insignificanti.
I protagonisti stessi non mi sono piaciuti. Come posso credere che Lucie sia una ragazza timida e insicura quando il suo primo matrimonio è stato una veloce fuga a Las Vegas, ha l'abitudine di baciare il suo migliore amico in bocca e fa sesso sfrenato senza- impegno dopo pochi giorni che ritrova un suo vecchio amico?
Scusatemi, ma l'incoerenza non è il mio piatto preferito.
Reid è indubbiamente un ottimo partito, ma la sua perfezione è davvero  insopportabile. Giuro, stavo per dare di matto di fronte all'ennesima scena in cui Lucie sbava sui suoi pettorali. E poi, non era follemente innamorata di Stephen????
Nemmeno lo stile scorrevole, segna un punto a favore di questo libro. 
La storia ha un andamento troppo veloce per essere gustato a pieno, non lascia neanche il tempo di "vivere" ciò che accade.
La trama povera e  i personaggi privi di spessore mi hanno lasciato completamente indifferente tanto che non ho provato alcun tipo di emozione durante la lettura.
Sinceramente, ci sono libri migliori da gustare sotto l'ombrellone, Amici di letto non mi ha proprio soddisfatto.

VALUTAZIONE FINALE : 2 FATINE

Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic

Buona lettura!

Anita

4 commenti:

Annalisa Lupo ha detto...

Questo libro credo proprio che non finirà nella mia libreria .-.

Anita Blake ha detto...

E' stata una vera delusione! Per fortuna non è costato molto :(

CHIARA ROPOLO ha detto...

quello dopo è ancora peggio, a me questo era piaciucchiato

Anita Blake ha detto...

Dato che a me non è piaciuto nemmeno quello, starò molto alla larga dal secondo! Grazie del consiglio!