domenica 11 maggio 2014

LA MIA OPINIONE SU...INCANTESIMO TRA LE RIGHE DI JODI PICOULT E SAMANTHA VAN LEER

Buona giornata amici! Prima di uscire con gli amici vi lascio con una bella recensione, dedicata ad un romanzo davvero strepitoso.

Titolo: Incantesimo tra le righe

Autrici: Picoult Jodi; Van Leer Samantha
Prezzo: € 18,60 
Dati: 2013, 308 pagine
Editore: Corbaccio  (collana Narratori Corbaccio)


Trama: Cosa succede se "...e vissero felici e contenti" non si rivela affatto essere tale? Delia è una ragazza piuttosto solitaria che preferisce passare i pomeriggi in biblioteca, persa nei libri. In uno in particolare: "Incantesimo fra le righe" che in teoria è un fantasy ma che sembra terribilmente reale, al punto che il principe Oliviero, oltre a essere coraggioso, avventuroso e focoso, parla a Delia. Cioè: le parla sul serio! E salta fuori che Oliviero ben più che un personaggio di carta: è un ragazzo che si sente intrappolato nella sua vita letteraria, sempre uguale a se stessa, e che non sopporta l'idea che il suo destino sia segnato. Oliviero è certo che il mondo là fuori possa offrirgli qualcosa di interessante e vede in Delia la sua chiave di accesso alla libertà. I due si buttano a capofitto nell'impresa di tirare fuori Oliviero dal libro, un compito difficile e che li spinge ad approfondire la loro percezione del destino, del mondo e del loro posto nel mondo. Contemporaneamente cresce l'attrazione reciproca, un sentimento forte e tutt'altro che letterario...

La mia opinione :Vi siete mai chiesti cosa accadrebbe se il personaggio letterario che più amate potesse uscire dal romanzo e vivere con voi? Io, un milione di volte. Forse, è proprio per questo che ho amato da impazzire Incantesimo tra le righe.

Delia ha quindici anni e non vive la vita che vorrebbe. Il padre ha lasciato la famiglia per crearne una nuova e a scuola la sua impopolarità è alla stelle.
Per fortuna che a tirarle su il morale c'è il suo libro preferito : Incantesimo tra le righe, una fiaba per bambini trovata per caso in biblioteca, dalla quale Delia non riesce a staccarsi.
Ogni volta che si sente giù, le basta sfogliare le pagine e rivivere le avventure di Oliviero, il principe azzurro per eccellenza, in lotta contro lo spietato Rapscullio, per salvare Serafina, la donna di cui è follemente innamorato.
Sirene, cani parlanti, maghi, troll, pirati e tanti magici personaggi prendono vita nella mente di Delia, strappandola dalla triste realtà . Cosa accade però, se i personaggi del libro hanno una vita propria quando il romanzo è chiuso?
Questo è proprio ciò che accade in Incantesimo tra le righe. In realtà, Oliviero è un ragazzo malinconico, stanco di ripetere sempre la stessa storia. L'amore che prova per Serafina è solo un copione da recitare e nulla di più. Il suo vero amore si trova lontano, al di là del libro, ed ogni mattina ne sfoglia le pagine.
Un bel giorno, Oliviero prende la decisione più azzardata della sua vita, provare a contattare il Lettore.
Il suo tentativo è positivo, Delia infatti, è l’unica che sembra accorgersi di lui, riesce a vederlo e sentirlo indipendentemente dalla storia.
In poco tempo, nasce tra i due  un dolcissimo sentimento, fatto di complicità, confidenze e segreti che li porterà al folle desiderio di volersi conoscere personalmente.
Un’ avventura strepitosa prende vita tra le pagine di questo romanzo che mi ha conquistato dalla prima all’ultima riga.
Costruito usando tre flussi narrativi, in cui spiccano i punti di vista di Delia e Oliviero, riesce ad intrigare completamente il lettore e a catapultarlo nel suo mondo fantastico.
Ho trovato la trama terribilmente originale e ben costruita, nulla è lasciato al caso e gli eventi della storia s’intrecciano abilmente con la vita reale di Delia, dando vita ad un intreccio perfetto.
Oliviero e Delia sono personaggi profondi è ben caratterizzati, il loro è un percorso importante che attraverso la metafora della favola ci spiega la difficoltà di crescere e diventare adulti.
Ho trovato dolcissimo il loro rapporto, l’evolversi così delicato e naturale mi ha fatto un enorme tenerezza, come non ne provavo da tempo.
La favola è bellissima, i personaggi godibili e interessanti, e ho trovato particolarmente divertente la differenza tra il ruolo che devono recitare e la loro vera identità.
Il destriero di Oliviero è un cavallo vanitoso e insicuro, il malvagio Rapscullio è un abile cuoco e un pittore sensibile, la principessa Serafina è ingenua e un po’ snob, il temibile  drago porta l’apparecchio per i denti….
Insomma, un ricco corollario di personaggi che riserva molte sorprese.
Il mio amore per le favole, l’originalità della storia e le splendide illustrazioni hanno reso questo libro davvero indimenticabile. Consigliato!

VALUTAZIONE FINALE : 4 FATINE

Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic

Buona lettura!
Anita

2 commenti:

Annalisa Lupo ha detto...

Piacerebbe leggere anche a me questo libro, ancora di più dopo la tua recensione ^-^
Peccato che costi così tanto .-.

Anita Blake ha detto...

Io sono stata fortunata, perchè l'ho trovato a metà prezzo ^^