lunedì 3 febbraio 2014

LA MIA OPINIONE SU...THE HUNT DI ANDREW FUKUDA


Buonasera amici! Com'è andata la vostra giornata? Finalmente sono riusicta a preparare una recensione molto sentita su un libro che mi ha colpito particolarmente.


Titolo: The hunt

Autore: Fukuda Andrew

Prezzo: € 14,90

Dati: 2013, 304 pagine

Editore: Il Castoro 



Trama : Non sudare. Non ridere. Non attirare l’attenzione. E soprattutto, qualunque cosa succeda, non innamorarti di una di Loro. Gene è diverso da tutti quelli che lo circondano. Non è in grado di correre come un fulmine, la luce del sole non lo ferisce, non ha un insaziabile desiderio di sangue. Gene è umano, e conosce le regole. La verità deve rimanere segreta. E’ l’unico modo per rimanere vivi in un mondo notturno – un mondo in cui gli umani sono considerati una prelibatezza e vengono cacciati senza tregua. Quando Gene è fra i prescelti che parteciperanno alla grande Caccia degli ultimi umani sopravvissuti, la sua vita di regole comincia a sgretolarsi – preso fra una ragazza che gli fa sentire cose che non aveva mai provato prima e uno spietato manipolo di cacciatori che sospettano sempre di più la verità sul suo conto. Ora che Gene ha finalmente trovato qualcosa per cui combattere, il suo desiderio di sopravvivere è più forte che mai. Quale tributo sarà costretto a pagare?

           

La mia opinione : Immaginate un mondo governato da vampiri, dove l'umanità è estinta e per i pochi sopravvissuti non c'è scampo.

Dimenticate le affascinanti creature della notte che s'innamorano perdutamente degli umani indifesi, perchè in questa storia non ne troverete.

In "The Hunt" i vampiri sono mostri assettati di sangue, in grado di celare la loro natura dietro una maschera perfetta, perennemente divorati da una violenta  sete di sangue che li rende imprevedibili e pericolosi.
Gli unici umani rimasti ( detti Eminidi) vivono in cattività, allevati come rarissimo bestiame e utilizzati in una spietata Caccia, organizzata esclusivamente per risollevare il morale della popolazione vampira.

Un avvenimento che la Gente attende come l'evento dell'anno, perchè è l'unico modo che hanno per liberare i loro istinti primordiali e nutrirsi di quel sangue che tanto bramano.

In città c'è un solo "vampiro" che non attende con ansia la caccia.

Gene, è l'unico umano rimasto e da anni si nasconde fra i vampiri, passando abilmente per uno di loro.

In mente ha il ricordo dei suoi familiari, scomparsi o divorati e soprattutto le parole del padre che come un mantra gli ripete i consigli fondamentali per non farsi smascherare.

Gene indossa zanne finte, si rade ogni parte del corpo, si cosparge di unguento per non emanare odori, divora carne sanguinolenta e soprattutto ha imparato a nascondere qualsiasi tipo d’ emozione.

Come avete ben capito, i vampiri di The Hunt non assomigliano lontanamente all'affascinate Edward Cullen o ai sexy guerrieri della Confraternita.
 Sono incapaci di provare qualsiasi emozione, tranne il desiderio di uccidere che si manifesta tramite scatti convulsi della testa, dormono a testa in giù e l'unico modo per ucciderli è esporli alla luce solare.

Gene si è negato qualsiasi emozione, ha dimenticato persino il suo nome umano e a volte non sa nemmeno lui a che specie appartiene.

Il ragazzo, nonostante l'angoscia costante di essere scoperto, riesce ad interpretare bene la sua parte, finchè il suo nome non viene estratto per partecipare alla lotteria della Caccia.

E qui ha inizio l'incubo. Come farà a sopravvivere a stretto contatto con numerosi vampiri , senza la possibilità di bere e lavarsi per nascondere l'odore?

Senza contare la caccia stessa, ripresa dalle tv di tutto il paese che mostreranno all'intera comunità di vampiri la sua incapacità di correre velocemente e di squartare con i denti un Eminide.

Come farà Gene a sopravvivere?
Ad accompagnarlo nella sua avventura c’è una sua compagna di scuola, seducente e sensibile, una vampira che fin dal primo istante ha attirato il suo sguardo e ricambia le sue attenzioni.

Asley June, così Gene la chiama nei suoi pensieri, rappresenta l’amore che non potrà mai avere, perché un contatto ravvicinato con quelli della sua razza significherebbe morte certa.

E se la ragazza, così diversa dagli altri nonostante la popolarità di cui gode, nascondesse un segreto ?

Una lettura incalzante dal ritmo cinematografico che si adatterebbe perfettamente alle esigenze di un film d’azione.

I punti forti della lettura sono l’angoscia e la suspance, suscitate nel lettore dal costante pericolo in cui vive Gene, dove persino uno starnuto o uno sbadiglio possono risultare fatali.

Un romanzo ricco di sorprese e colpi di scena, a metà tra l’ horror e il distopico che rappresenta una ventata d’aria fresca nel panorama letterario attuale.
I vampiri sono realizzati sotto una luce nuova, l’autore ha sviluppato quelle caratteristiche mostruose che li rendono più vicini ad affamati predatori che ad esseri umani.

Oltretutto, sono dotati di caratteristiche che inevitabilmente colpiscono il lettore e rimangono in mente, come per esempio grattarsi il polso per simulare la risata o il loro modo di dormire appesi come pipistrelli.

Piccoli dettagli innovativi che creano curiosità e stuzzicano l’immaginazione del lettore, con effetto notevolmente positivo.

Ottima anche l’idea della Caccia, un evento cruento e disumano che mette in evidenza il lato peggiore della razza vampirica ideata da Fukuda.

Un evento che emoziona e al tempo stesso terrorizza  e crea uno stato di trepidazione in attesa di assistere all’evolversi della vicenda.

La caccia mi ha ricordato un po’ gli Hunger Games, ma non in maniera negativa, anzi ha utilizzato un tema di  quella serie  che mi aveva colpito molto, reso ancor più accattivante dal riadattamento alla figura dei vampiri. 
La parte romance è presente e ben sviluppata,ma nonostante ciò rappresenta una frazione davvero minima rispetto dell’intera lettura.

A modo suo, questo romanzo porta a riflettere su aspetti fondamentali della vita, come l’importanza di essere se stessi ,l’amicizia e l’amore in grado di sbocciare anche in un ambiente ostile e devastante.

Un buon libro se siete in cerca di azione, avventura e adrenalina meno adatto alle romantiche e a chi predilige una lettura soft.

VALUTAZIONE FINALE : 3 FATINE E MEZZO!

 Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic E MEZZO!

2 commenti:

Rowan ha detto...

Sono contenta che ti è piaciuto! Io l'ho comprato qualche tempo fa, quasi per caso.. spero di leggerlo presto :)

Anita Blake ha detto...

L'ho trovato molto originale! Spero piaccia anche a te ^^ un bacione