domenica 8 gennaio 2017

OGNI LIBRO HA LE SUE CITAZIONI : TUTTE LE FRASI PIU' BELLE DI "THE SIREN" DI KIERA CASS

Buonasera lettori! Torna una delle mie rubriche preferite dedicata alle frasi più belle tratte dall'ultimo libro che ho letto.
The Siren è la storia di una donna legata da un patto con la Dea del mare a cui ha sacrificato la sua intera vita. Tutto cambia quando l'amore arriva prepotentemente cambiando per sempre il suo destino.

THE SIREN DI KIERA CASS

Editore: Sperling & Kupfer
Anno edizione: 2016
Pagine: 289 
Trama: Kahlen è una sirena, una meravigliosa e pericolosa creatura al servizio dell'Oceano. Ma non è sempre stato così. C'è stato un tempo in cui Kahlen era soltanto una ragazza come tutte le altre. Poi, un giorno, mentre stava annegando, l'Oceano l'ha salvata e le ha regalato una seconda possibilità. Anche se a un prezzo terribile. Per ripagare il suo debito, Kahlen infatti ha dovuto rinunciare a una vita normale e ai suoi sogni, primo fra tutti quello di amare ed essere amata, per attirare in acque mortali, con il suo canto letale e ammaliatore, altri esseri umani. Per cento anni. Solo allo scadere di questo tempo, potrà finalmente tornare a parlare, ridere e vivere liberamente. Fino ad allora una sua parola sarà sufficiente a uccidere un uomo. Così, quando un giorno incontra Akinli, Kahlen sa bene che legarsi a lui è l'errore peggiore che possa fare. Innamorarsi di un essere umano infrange tutte le regole dell'Oceano. Ma Akinli, gentile, premuroso e bellissimo, è il ragazzo che ha sempre sognato. Quanto sarà disposta a rischiare per seguire il suo cuore? Dopo il successo della serie The Selection, con oltre cinque milioni e mezzo di copie vendute nel mondo e un film in arrivo per la Warner Bros., Kiera Cass torna alle origini pubblicando in una versione nuova e completamente riscritta il suo romanzo d'esordio, The Siren, finora inedito in Italia: una straordinaria storia d'amore che saprà far volare il cuore e la fantasia delle sue tantissime lettrici.
ECCO TUTTE LE FRASI PIU' BELLE DI"THE SIREN" DI KIERA CASS :

"Non sapevo come dirle che il solo essere in vita non era sufficiente per chiamarlo vivere."

"Perchè credi di essere innamorata?"
"C'è mai stato qualcuno che ti vedeva? Nel senso, che ti vedeva per quello che sei? Lo so che la gente è attratta dalla nostra bellezza, ma era come se a lui non interessasse. Mi faceva sentire come se tutte le cose brutte che ho fatto potessero essere cancellate, come se in in me ci fosse qualcosa di buono. E non c'era niente che lo intralciava. Capisci, lui è riuscito a superare il mio silenzio. Indovinava quello che stavo per dire e rispondeva, o faceva in modo che potessi comunicare. E la cosa peggiore..." Strinsi le labbra per non piangere. "La cosa peggiore è che fra vent'anni dimenticherò di avere provato queste sensazioni. E se potessi rifarlo, non sono sicura di volerlo ripetere con qualcun'altro. So che è ridicolo supporre che qualcosa di così breve possa cambiarti la vita, ma te lo giuro, mi sembra reale."
I libri erano un luogo sicuro, un mondo separato dal mio.  Qualunque cosa fosse successo quel giorno, quell'anno, c'era sempre una storia in cui qualcuno superava l'ora più buia. Non ero sola.
"A volte, non so se ci sia ancora qualcosa per cui vale la pena vivere. Cerco di commemorare le vite che ho contribuito a prendere, ma non sono sicura che serva a qualcosa. E cerco di prendermi buona cura delle mie sorelle, ma non credo che basti. Non credo che qualcuno possa esistere per un'altra persone per tutta la vita."
Tacqui. 
"Ma forse sarebbe possibile, se si trovasse la persona giusta. In questo momento sto immaginando di vivere per te. Ma tu non potrai saperlo mai."
L'avevo aspettato per un'eternità. E avrei aspettato ancora, se avessi dovuto. Ero fatta per baciare quel ragazzo, per stare fra le sue braccia. Tutte le mie barriere caddero e lo attirai a me, desiderando ci fosse un modo per essere ancora più vicini.
Eravamo stelle.
Eravamo musica.
Eravamo tempo.
Quando ci separammo, mi sentii travolgere da un'ebbrezza deliziosa. Era come se fossi una persona diversa, come se la pelle mi aderisse alle ossa in un modo nuovo. Il mio sangue salmastro scintillava dentro di me ed ero viva come non lo ero mai stata.
"C'è sempre posto per l'amore anche solo una fessura in una porta."

2 commenti:

SOPHIA2016 ha detto...

Ciao!
Bellissime queste frasi!
Ho scoperto oggi il tuo bellissimo blog e mi sono immediatamente unita ai tuoi lettori fissi!
Se ti va ti aspetto da me!
Un bacio
http://lamammadisophia2016.blogspot.it

Anita Blake ha detto...

Grazie mille! Mi sono appena unita ai lettori fissi :D