lunedì 29 giugno 2015

LA MIA OPINIONE SU..."L'ISTANTE ESATTO CHE LEGA DUE DESTINI" DI ANGELIQUE BARBERAT

Buonasera lettori! Questa sera vi propongo la recensione di un romanzo toccante che tratta un tema molto delicato: la violenza sulle donne.

Titolo: L' istante esatto che lega due destini

Autrice: Barbérat Angélique
Prezzo: € 16,90
Dati: 2015, 420 pagine
Editore: Sperling & Kupfer  (collana Pandora)
Trama: Basta un istante per cambiare il corso del destino: un fuoriprogramma, un contrattempo. Un semplice sguardo tra un uomo e una donna. Kyle e Coryn appartengono a due mondi lontani, due orbite che mai avrebbero potuto incontrarsi. Lui è una giovane rockstar, sempre in giro per il mondo; lei è prigioniera del suo ruolo di moglie e madre in una gabbia dorata, sottomessa a un marito geloso che la considera al pari di uno dei suoi tanti oggetti di lusso, da sfoggiare e possedere. Un giorno, mentre è bloccato nel traffico di San Francisco, Kyle decide di cambiare strada. Una brusca sterzata, un incidente. E l'incontro con Coryn: ai due, è sufficiente uno sguardo per innamorarsi, un altro sguardo per riconoscersi. Perché Kyle sa leggere la paura negli occhi della donna, la stessa paura che, da bambino, vedeva negli occhi di sua madre, e che lo ha reso incapace di provare felicità. Da quel momento, amare Coryn e desiderare di salvarla sono la stessa cosa. E anche se a dividerli ci sono ostacoli insormontabili, i loro destini adesso sono legati per sempre: soltanto insieme potranno guarire le ferite che si portano dentro e tornare finalmente a vivere.
La mia opinione: Questo romanzo è la storia di due anime sole, due persone segnate da un passato violento che ne hanno determinato il presente e il futuro.
Coryn è cresciuta in una famiglia maschile e conservatrice dove è il padre a decidere del suo destino che si compie a sedici anni, proprio come in un lontano passato. 
La ragazza viene data in sposa ad un uomo più grande, ma abbastanza ricco da mantenerla.Il matrimonio, inizialmente piacevole, in breve tempo si trasforma in un incubo. 
Coryn è prigioniera in una casa bellissima, da dove non può uscire, conoscere persone e nemmeno ascoltare la radio. Ogni violazione delle regole comporta botte e percosse che il fragile corpo di Coryn non può sopportare. La paura la rende schiava di una vita terribile che da fuori sembra dorata e perfetta. Nessuno può vedere oltre la facciata gli orrori che Coryn deve subire dal marito volubile e violento.
Kyle invece, conosce altrettanto bene la violenza sulle donne, ma non per averla subita direttamente.
A soli cinque anni ha trovato il corpo senza vita della madre, uccisa da un padre violento che dopo anni di botte è riuscito ad eliminarla.
Un dolore che Kyle non ha mai dimenticato e che ha sfogato attraverso la musica, un mondo che lo ha portato lontano, verso una carriera sfolgorate con la sua rockband.
Due destini diversi, entità fragili e distanti, ma che in un solo attimo riescono a ritrovarsi.
Un giorno Kyle investe per sbaglio il bambino di Coryn. 
Per fortuna Malcom non subisce gravi danni, al contrario del cuore di Kyle che rimane folgorato da Coryn.
La sua sensibilità e la sua fragilità lo conquistano subito, attraverso uno sguardo, da cui trapela una sofferenza che lui conosce molto bene.
La vita li separa per poi riavvicinarli nuovamente in un escalation di situazioni casuali ed emozionanti che porterà i protagonisti ad affrontare decisioni complicate e pericolose che metteranno in discussione il loro futuro.
Il tema affrontato dall'autrice è sicuramente forte e particolarmente cruento. 
Sfortunatamente, la violenza sulle donne, è uno dei mali peggiori e più frequenti della società moderna. Una piaga che non colpisce solo la vittima, ma di riflesso anche i figli, che si ritrovano in una situazione terribile e per i più piccoli incomprensibile.
Ho apprezzato lo stile scorrevole, la delicatezza delle parole e le emozioni che sono in grado di suscitare.
La narrazione segue sia il punto di vista di Kyle che di Coryn, un dettaglio che mi è piaciuto, perchè ha reso possibile seguire i pensieri di entrambi i protagonisti.
La storia d'amore mi è piaciuta anche se  l'ho trovata troppo idilliaca e perfetta. 
L'amore scoccato al primo sguardo, il sentore di Kyle nei confronti dei problemi di Coryn e le coincidenze che li hanno riavvicinati, a volte mi sono sembrati troppo costruiti per essere reali.
Il finale malinconico mi ha sorpreso, ma nonostante la tristezza, lascia trapelare un raggio di speranza sul futuro dei protagonisti.
Un bel romanzo che consiglio per una lettura riflessiva e profonda anche se emotivamente mi aspettavo qualcosa di più.

VALUTAZIONE FINALE : 3 FATINE E MEZZO

Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic E MEZZO!

Buona lettura

Anita

2 commenti:

CHIARA ROPOLO ha detto...

Sembra molto impegnativa come lettura!

Anita Blake ha detto...

Il tema è sicuramente "importante", ma lo stile dell' autrice, fluido e dinamico, aiuta molto.