domenica 12 ottobre 2014

LA MIA OPINIONE SU...BLACK ICE DI BECCA FITZPATRICK

Buon pomeriggio lettori! Cosa state facendo? Io sto impiegando questa splendida domenica pomeriggio per leggere, rilassarmi e scrivere sul blog (lo so, sono una pigrona XD).
L'ultima recensione che ho scritto è dedicata all'ultimo romanzo di Becca Fitzpatrick, un thriller young adult ambientato nelle gelide montagne del Wyoming.

Titolo: Black Ice
Autrice: Fitzpatrick Becca
Prezzo: € 17,50
Dati. 2014, 480 pagine
Editore: Piemme  (collana Freeway)
Trama: Britt si è preparata per più di un anno a un trekking sul Teton Range. Quello a cui non era preparata, però, è scoprire che Calvin, il suo ex ragazzo e unico grande amore, si unirà a lei. Prima che Britt abbia tempo di esplorare i propri sentimenti, si scatena una terribile tormenta che la obbliga a rifugarsi in una baita sperduta. Peccato che gli occupanti, entrambi giovani e molto affascinanti, siano anche due fuggitivi decisi a prenderla in ostaggio. Britt sa che la conoscenza dei sentieri e l’attrezzatura da treking che ha con sé rappresentano la sua assicurazione sulla vita, e che deve solo resistere abbastanza a lungo perché Calvin la raggiunga, eppure…In una disperata corsa contro il tempo e il freddo, Britt scoprirà che sotto la neve si nascondono moltissimi segreti e che forse il suo rapitore, la cui gentilezza è decisamente seducente, non è quello che sembra. 
La mia opinione: Becca Fitzpatrick, autrice della serie di grande successo Il bacio dell'angelo caduto, si lancia in una nuova sfida con quest'ultimo lavoro.
A differenza del primo, questo romanzo è un thriller per ragazzi, completamente privo di elementi fantasy, per cui chi si aspettava un nuovo paranormal romance rimarrà deluso.
Nonostante ciò non si sente la mancanza del suo inconfondibile stile che i lettori appassionati della serie precedente non tarderanno ad apprezzare.
La trama è decisamente movimentata, ricca di suspence, azione e mistero. 
Britt è una ragazza coraggiosa e determinata, molto diversa dalla sua migliore amica Korbie che non ho trovato molto simpatica.
Insieme, durante una gita in montagna, rimangono vittime di un incidente. Perse durante una tormenta cercano rifugio in una baita che cambierà completamente il loro destino.
Due ragazzi in fuga dalla legge, Mason e Shaun, le rapiscono e le minacciano di morte. 
Tra le due, Britt è l'unica ad essere all'altezza della situazione, nonostante il panico riesce a mantenere il sangue freddo e la lucidità necessaria a gestire il pericolo.
La storia è incentrata sulla fuga di Britt e i suoi rapitori  fra le gelide montagne del Teton in cerca della salvezza. 
Il genere survivor è uno dei miei preferiti per cui ho apprezzato particolarmente la piega avventurosa della vicenda.
Il mistero, legato all'identità dei rapitori e ai loro intenti, mi ha intrigato molto fin dall'inizio e durante la lettura non ho potuto fare a meno di costruire congetture ed elaborare le mie teorie.
Inevitabile il coinvolgimento romantico tra Britt e uno dei rapitori (tranquille, non vi svelerò quale ^^). 
Il suo cuore, in balia di sentimenti e sensazioni, è sospeso tra due uomini. 
Calvin, il suo ex e primo amore, continua ad essere onnipresente nei suoi pensieri anche se le sue azioni non sono mai state particolarmente oneste nei confronti della ragazza.
Il rapitore, ha un fascino magnetico irresistibile e una personalità sensibile e premurosa, al contrario di Calvin che pensa solo per sè.
Resta il fatto che il ragazzo è il responsabile della sua disavventura e Britt, completamente invischiata negli eventi, non riesce più a decifrare le sensazioni.
Quello che sta provando è la classica sindrome di Stoccolma o il rapitore ha davvero conquistato il suo cuore?
Una bella storia che si legge bene e in maniera scorrevole, sicuramente un argomento e una trama diversi dal solito young adult.
L'unica pecca che ho riscontrato è l'attenzione particolare con cui l'autrice ha reso più soft alcune scene che meritavano di essere più violente e drammatiche  per essere ancora più elettrizzanti.
Probabilmente una scelta dettata dal fatto che il romanzo è indirizzato ad una categoria di giovani lettori  , un fattore che ha richiesto un approccio più morbido.
Generalmente ho apprezzato le scelte di Britt anche se non ho sempre condiviso la sua fissa per Calvin che ho trovato fin dall'inizio poco sincero.
La stessa sensazione l'ho provata nei confronti di Korbie, la sua migliore amica, una ragazza così superficiale da essere fastidiosa.
Fortunatamente, nel finale,  Britt riprende in mano la sua vita e ci mostra di aver voltato pagina in tutti i sensi.
Una buona lettura che consiglio sicuramente a chi ha bisogno di avventura e adrenalina, condita da un'ottima dose di romanticismo e un approccio soft al genere thriller.

VALUTAZIONE FINALE : 3 FATINE
Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic

Buona lettura!
Anita





4 commenti:

Dark Angel ha detto...

Grazie mille per il tuo giudizio... Speravo che scrivessi qualcosa su questo libro, perchè ho adorato la saga Hush Hush.

Anita Blake ha detto...

Grazie a te e alla fiducia che riponi nel mio lavoro :)

CHIARA ROPOLO ha detto...

non conosco quest'autrice, ho semore avuto l'impressione che fosse più adatta ad un pubblico molto giovane, ma mi hai incuriosita, mi piace quando i libri sorprendono, soprattutto i thriller

Anita Blake ha detto...

Hai ragione, Chiara. Lo stile della Fitzpatrick è indubbiamente adatto ad un pubblico giovane, ma devo dire che mi piace molto ^^
La trama poi è molto originale!