domenica 4 maggio 2014

LA MIA OPINIONE SU...QUANDO IL DIAVOLO MI HA PRESO PER MANO DI APRIL G. TUCHOLKE

Buonasera lettori! Prima di andarmi a rilassare sul divano con un buon libro, vi lascio con la mia ultima recensione.

Titolo: Quando il diavolo mi ha preso per mano
Autrice: Tucholke April G.
Dati: 2014, 271 pagine
Editore: Piemme  (collana Freeway)

Trama: Nel paesino di mare dove abita Violet White non succede mai niente... fino a quando River West non affitta la casetta dietro la sua e incominciano ad accadere cose inquietanti: i bambini scompaiono, gli adulti hanno strane visioni e diventano inspiegabilmente violenti. Tutto mentre Violet è sempre più attratta da quel ragazzo misterioso che ormai entra indisturbato in casa sua. Ma River è soltanto un bugiardo dal sorriso irresistibile e un passato misterioso o dietro i suoi occhi ipnotici si nasconde qualcos'altro? La nonna di Violet l'aveva sempre messa in guardia dai giochi che sa fare il diavolo, ma lei non aveva mai pensato che potesse nascondersi dietro un ragazzo dai capelli scuri che si appisola in giardino, adora il caffè e ti fa tremare di passione... 

La mia opinione : Violet ha diciassette anni e vive con il fratello Luke in una grande villa, costruita in riva all'oceano.
I loro genitori, artisti distratti e bohemien, li hanno lasciato senza un soldo mentre loro girano l'Europa a caccia dell'ispirazione perfetta.
La vita di Violet scorre tranquilla finchè non arriva il nuovo inquilino che ha risposto al suo annuncio di affitto.
River è un ragazzo particolare, dalla bellezza inquietante e magnetica, che provoca in Violet sensazioni sconosciute.
L'arrivo di River scatena una serie di eventi inquietanti, legati agli abitanti del paesino in cui vivono, violenti e inspiegabili, fatti di visioni e assurde credenze.
Una scia di sangue e omicidi soprannaturali si allunga sempre di più e la sua origine sembra proprio essere River.
Cosa farà Violet? Seguirà il cuore che le dice di abbandonarsi a lui o alla sua mente che gli urla di scappare?
Le conclusioni , dopo la lettura di questo paranormal romance, sono molteplici e variegate.
Ho amato molti aspetti di questa storia, ma altri purtroppo, mi hanno lasciato fortemente delusa.
Partiamo da ciò che ho amato. 
L' ambientazione sublime mi ha catturato fin da subito. La casa a picco sul mare, una costruzione decadente formata da mille anfratti e una moltitudine di segreti, mi ha affascinato profondamente.
Le atmosfere sinistre e gotiche, legate alle antiche leggende, le apparizioni del diavolo e le visioni di streghe mi hanno inquietato e spaventato.
Il tutto è esaltato dallo stile accurato e descrittivo dell'autrice che riesce a catturare abilmente il lettore, introducendolo completamente nella storia.
Ho apprezzato  l'intreccio al passato che ricostruisce lentamente la storia di Freddie, la nonna di Violet e Luke,  un personaggio eccezionale, oggetto di una vita straordinariamente misteriosa e intensa che ha ripercussioni anche nel presente della nipote.
Di questa storia non ho amato i personaggi, non perchè fossero mal realizzati, al contrario, li ho trovati disegnati con grande cura e attenzione, ma semplicemente non sono entrati nelle mie simpatie.
Sunshine, la migliore amica di Violet, è superficiale e frivola, non fa che alzarsi la gonna per attirare le attenzioni maschili.
River è un bel personaggio, ma non tanto da essermi entrato nel cuore. Non mi ha dato i brividi e non mi ha fatto sognare, bello sulla carta, ma non tanto da stupirmi.
Violet, la protagonista, è una ragazza tranquilla, ma che non si distingue. Nonostante siano rimasti senza soldi,  si  rifiuta di lavorare e preferisce bighellonare nella villa tutto il giorno.
Riporto testuali parole di Violet :
"Non posso trovarmi un lavoro. Se sei la discendente di una famiglia facoltosa, devi sperperare fino all'ultimo centesimo e poi bere fino a crepare nei bassifondi. Trovarsi un lavoro non è contemplato."
Diciamo che questo ragionamento snob mi ha fatto storcere il naso e non le ha fatto guadagnare punti. 
Come i personaggi, anche la prevedibile storia d'amore tra River e Violet non mi ha colpito. L'evolversi è troppo veloce, passano dal non conoscersi affatto a raccontarsi oscuri segreti in pochissimo tempo, dando la sensazione di aver perso dei passaggi.
L'idea di base che ha dato vita a questo romanzo è buona,  così come lo stile dell'autrice, scorrevole e dettagliato.
A deludermi però, sono stati gli atteggiamenti dei personaggi e la parte romance, scontata e poco sviluppata.

VALUTAZIONE FINALE : 3 FATINE

Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic

Buona lettura!
Anita


8 commenti:

Annalisa Lupo ha detto...

Sto per leggerlo anch'io e dopo la tua recensione voglio leggerlo ancora di più ^-^

CHIARA ROPOLO ha detto...

questo libro mi ispira, ma con qualche riserva, non so bene cosa aspettarmi. Penso che aspetterò l'uscita del secondo così da avere la storia completa

Coc Piccole ha detto...

Leggere è entrare in un mondo in cui non si è mai stati ☺ il libro è come un'amico che ti racconta la sua storia ☺ Io non leggo particolarmente libri Fantasy, però è molto bello il tuo blog e le tue descrizioni ☺ Complimenti!! http://coccinellecreative.blogspot.it/ A presto e buona giornata!!

Anita Blake ha detto...

E' sicuramente un libro particolare, ma mi aspettavo qualcosa di più ^^

Ilenia T.D. Lemon ha detto...

Recensito anche io la settimana scorsa, con la stessa votazione.
Vedo che ci troviamo un pò tutti d'accordo.

Anita Blake ha detto...

Vado a leggerla, sono curiosa ^^

Elisa Cuccu ha detto...

anche io avrei voluto leggerlo, però mi bloccano le recensioni... :/ insomma, ho paura di comprarlo per poi scoprire che non mi piace, e nemmeno costa poco tra l'altro :/ magari attenderò, me lo farò prestare... ^^ bella recensione comunque, come sempre! adoro le tue recensioni, sincere e che vanno al dunque :3

Anita Blake ha detto...

Un uccellino mi ha detto che forse ci sarà un giveaway su questo mercatino, ma è solo un cinguettio :)