martedì 8 aprile 2014

LA MIA OPINIONE SU...L'ISOLA DELL'AMORE PROIBITO DI GARVIS GRAVES TRACEY

Prima di rilassarmi con la seconda serie di The Vampire Diaries 
(sabato sono riuscita a terminare la prima e stasera voglio proprio cominciare il seguito!) vi lascio con la mia ultima recensione.

Titolo: L' isola dell'amore proibito
Autrice: Garvis Graves Tracey
Prezzo: € 14,90 
Dati: 2013, 322 pagine
Editore: Garzanti Libri  (collana Narratori moderni)

Trama: L'acqua cristallina lambisce dolcemente i suoi piedi nudi. Anna apre gli occhi all'improvviso e davanti le si apre la distesa sconfinata di un mare dalle mille sfumature, dal turchese allo smeraldo più intenso. Intorno, una spiaggia di un bianco accecante, ombreggiata da palme frondose. Le dita della ragazza stringono ancora spasmodicamente la mano di TJ, disteso accanto a lei, esausto dopo averla trascinata fino alla riva. Anna non ricorda niente di quello che è successo, solo il viaggio in aereo, il fondale blu che si avvicina troppo velocemente e gli occhi impauriti di TJ, il ragazzo di sedici anni a cui dovrebbe dare ripetizioni per tutta l'estate. Un lavoro inaspettato, ma chi rifiuterebbe una vacanza retribuita alle Maldive? E poi Anna, insegnante trentenne, è partita per un disperato bisogno di fuga da una relazione che non sembra andare da nessuna parte. Ma adesso la loro vita passata non è più importante. Anna e TJ sono naufraghi e l'isola è deserta. La priorità è quella di sopravvivere fino ai soccorsi. I giorni diventano settimane, poi mesi e infine anni. L'isola sembra un paradiso, eppure è anche piena di pericoli. I due devono imparare a lottare insieme per la vita. Ma per Anna la sfida più grande è quella di vivere accanto a un ragazzo che sta diventando un uomo. Perché quella che all'inizio era solo un'amicizia innocente, attimo dopo attimo si trasforma in un'attrazione potente che li lega sempre più indissolubilmente.

La mia opinione: L'isola dell'amore proibito è la storia, delicata e straordinaria, di una coppia d' innamorati che s'incontra in circostanze del tutto inusuali.
Anna è un'insegnate trentenne, arenata da otto anni in una relazione senza futuro , assunta dalla famiglia di T.J per aiutare il figlio con lezioni private durante l' estate.
T.J è un sedicenne diverso dagli altri , sensibile e maturo , reduce da un anno di lotta contro il cancro che fortunatamente è riuscito a sconfiggere.
 Per celebrare la guarigione, i genitori decidono di portarlo alle Maldive per trascorrere un' estate rilassante, con la possibilità di recuperare lo studio grazie alla presenza di Anna.
Per lei invece, è un' ottima occasione per guadagnare una somma considerevole e schiarirsi un pò le idee sul suo fidanzato che non ha intenzione di sposarla ne di avere figli con lei.
La vacanza prenderà una piega inaspettata quando l'idrovolante su cui sono imbarcati si schianta nelle acque limpide del mare, abbandonando i due al loro destino.
L'isola su cui approdano, feriti e spaventati, è completamente deserta e fuori dalle rotte aeree, un paradiso selvaggio che nasconde insidie e pericoli di ogni genere.
Anna e T.J sopravviveranno alla denutrizione, alle malattie tropicali, agli animali selvatici e a tutte quelle cose che non si sarebbero mai aspettati di dover affrontare nella loro vita.
Un'esperienza che cambierà completamente il loro modo di vedere le cose e li avvicinerà come mai si sarebbero aspettati, data la considerevole differenza d'età.
Tra i due, sboccerà una tenera amicizia, destinata a sfociare in un amore profondo e duraturo, ma non privo di problemi e ostacoli, rappresentati dalla precaria vita sull'isola.
Questo libro mi è piaciuto molto. Lo stile dell'autrice è leggero e scorrevole, la storia è raccontata dal punto di vista di entrambi, una tecnica narrativa che apprezzo moltissimo, perchè  aiuta ad approfondire ancor meglio i protagonisti.
Da appassionata del genere "survivor" non ho resistito  alla componente avventurosa,  realizzata con cura e nei minimi dettagli, tanto da sembrare una storia vera.
Mi sono affezionata ad entrambi i personaggi, reali e concreti nella loro semplicità e ho sofferto con loro ad ogni disavventura.
Il modo in cui affrontano la vita sull'isola e i suoi pericoli ha davvero molto da insegnare.
Un' avventura del genere mi ha trasmesso l'importanza di apprezzare le piccole cose, dal saluto dei genitori la mattina all'acqua potabile nel frigo.
La parte romance invece, mi ha fatto riflettere sulla differenza d'età tra due persone che si amano, un ostacolo semplice se il sentimento alla base è forte e sincero.
Un bel libro, coinvolgente ed emozionante che si legge facilmente e a cuor leggero.

VALUTAZIONE FINALE : 4 FATINE

Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic

Buona lettura

Anita

2 commenti:

Annalisa Lupo ha detto...

Bellissima recensione, davvero ^-^

Anita Blake ha detto...

Ma grazie ^^