martedì 22 aprile 2014

LA MIA OPINIONE SU...DANZA CON IL DIAVOLO DI SHERRILYN KENYON

Buongiorno lettori! Cominciamo la giornata con la mia ultima recensione, dedicata ad un romanzo appartenente ad una serie di culto per le lettrici di urban fantasy.

Titolo: Danza con il diavolo
Autrice: Kenyon Sherrilyn
Prezzo: € 12,90 
Dati: 2011, 317 pagine
Editore : Fanucci  (collana Tif extra)

 
Trama: Zarek è il più pericoloso di tutti i Cacciatori oscuri: è in grado di eseguire perfettamente gli ordini ed è considerato violento e folle dai suoi compagni. Ha trascorso gli ultimi novecento anni in esilio in Alaska, prigioniero e isolato in mezzo al nulla e incapace di sopportare il sole senza ardere vivo, e anche per un Cacciatore oscuro abituato al peggio questa, come punizione, non è niente male. Liberato dal suo esilio per combattere i demoni che infestano New Orleans, con la sua cattiva condotta Zarek porta all'esasperazione Artemide, la dea che lo ha creato, che decide di averne avuto abbastanza di lui. Archeron, il leader dei Cacciatori oscuri, convince Artemide a concedere un giusto processo a Zarek prima di condannarlo: sarà Astrid, una ninfa nota per la sua crudeltà, a giudicarlo. E mentre Astrid lotta per mantenere la sua imparzialità di fronte alla crescente attrazione per Zarek, sospettoso, scontroso e rude, ma anche profondamente ferito, Artemide ha già inviato un carnefice per giustiziare il ribelle. Il giorno del verdetto si avvicina e Artemide è pronta a tutto pur di portare a termine la sua vendetta, anche se questo può voler dire distruggere il mondo intero.

La mia opinione: Zarek, protagonista di questo volume della serie , è il Cacciatore oscuro più temuto.
La sua indole, imprevedibile e scontrosa, lo rende un pericoloso avversario, ma anche un difficile alleato, temuto persino dai suoi stessi compagni.
Il suo comportamento, ribelle e fuori dagli schemi, lo porta a dover affrontare un giudizio definitivo, in base alla quale verrà decretato il suo destino.
Il giudice in questione è una raffinata ninfa della giustizia, bella da togliere il fiato, elegante e perfetta come una rosa.
Il compito di Astrid è proprio quello di scovare la vera essenza di Zarek e giudicarlo in base alla sua capacità di redimersi.
Per la prima volta però, la ninfa si trova in difficoltà. Grazie alla sua abilità e alla sua tenacia, riesce a squarciare il velo di apparenza che avvolge il Cacciatore e a rivelare la sua vera identità, fatta di un passato oscuro e di ferite indelebili.
Astrid dovrà prendere una decisione molto difficile che potrebbe separarla per sempre dal futuro di Zarek , un uomo che in breve tempo è riuscito a fare breccia nel suo cuore.
Una serie, quella dei Cacciatori Oscuri, piena di sorprese e ben costruita. Peccato che dopo aver letto decine dei loro volumi la storia sia sempre la stessa.
L'unica pecca di questa saga è il ripetersi dello stesso schema che nonostante mi faccia apprezzare lo stile dell'autrice, dall'altra la rende terribilmente prevedibile.
Zarek mi è piaciuto fin dalla sua comparsa nei volumi precedenti, letale quanto imprevedibile, rende complesso ogni suo comportamento.
Astrid non incarna la tipica eroina che preferisco, non è sfacciata, ne ribelle, ma dolce e comprensiva.
Un' indole che non ha toccato particolarmente la mia attenzione, ma l'ha resa comunque un personaggio piacevole.
D'altronde, con un tipo come Zarek, non è facile approcciare in nessun altro modo.
Ho amato la ricostruzione del passato del Cacciatore, mi ha commosso e mi ha aiutato a capire meglio l'origine del suo carattere impossibile.
Sicuramente, una serie piacevole e interessante per chi ama l'urban fantasy, composta da un corollario di personaggi poliedrici e dal ritmo incalzante.
La mitologia greca incontra nuove leggende urbane dando vita ad una trama particolare dove dei, creature leggendarie e magia s'incontrano in una fusione perfetta di elementi.
La parte romance è marcata e ben delineata, descritta anche nel suo aspetto più "hot" , in grado di soddisfare anche coloro che amano la narrativa erotica.
L'unico punto debole è il ripetersi dello stesso schema amoroso in ogni romanzo che dopo alcuni volumi porta il lettore ad aspettarsi matematicamente quello che accadrà.

VALUTAZIONE FINALE : 3 FATINE E MEZZO

Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic E MEZZO!

Buona lettura

3 commenti:

Annalisa Lupo ha detto...

Bella recensione ^-^ Anch'io vorrei leggere la serie Dark hunters

Anita Blake ha detto...

Te la consiglio se ami l'urban fantasy un pò piccante :)

elisabetta moro ha detto...

Ciao, piano piano li sto leggendo tutti, in ordine diciamo cronologico. E' vero ci si aspetta già lo svolgimento dello stesso tema ma trovo che ognuno dei DH abbia una storia piuttosto a se stante e a parte DreamChaser che ho trovato noioso e non saprei nemmeo spiegarmi perchè.... sono stata comunque contenta di leggere Acheron che consiglio a tutti/e. E' spettacolare, ed è il protagonista indiscusso della serie, secondo me.
Baci!