giovedì 6 marzo 2014

LA MIA OPINIONE SU... TUTTO CIO' CHE SAPPIAMO DELL'AMORE DI HOOVER COLLEEN


Buonasera lettori! Questa settimana salta la rubrica "Nuove storie per la mia libreria" dedicata agli ultimi libri arrivati a casa mia.
Purtroppo questa settimana è stata priva di scambi e shopping per cui non ho nulla di nuovo da mostrarvi, in compenso ho preparato la recensione di un libro bellissimo.
Siete curiose?

Titolo: Tutto ciò che sappiamo dell'amore
Autrice: Hoover Colleen
Prezzo: € 16,00
Dati: 2013, 337 pagine
Editore: Rizzoli  (collana Rizzoli narrativa)

Trama: Lake arriva in Michigan dopo la morte del padre, rassegnata ad affrontare un nuovo, faticoso inizio. La risalita appare all'improvviso dolce grazie a Will, il vicino di casa, a sua volta costretto dalla vita a crescere in fretta. L'intesa è immediata, ma il primo giorno nella nuova scuola Lake scopre che il loro è un amore impossibile: Will è uno dei suoi professori - giovanissimo, ma dall'altra parte della barricata. Altrettanto impossibile allontanarsi, dimenticarsi, rinunciare: e così Lake e Will si parlano attraverso la poesia, anzi, le poesie, in pubblico ma in segreto, servendosi di uno slam - una gara di versi - per dirsi tutto ciò che devono e vogliono dirsi. Alla fine è qualcosa di molto semplice, di essenziale: tutto ciò che sappiamo dell'amore è che l'amore è tutto, come ha scritto Emily Dickinson a nome di tutti noi.

La mia opinione: Scrivere un' opinione su una storia che mi ha emozionato, commosso ed è riuscita a smuovere qualcosa dentro di me non è stato facile .
Una lettura cominciata in sordina e che lentamente si è scavata una nicchia nel mio cuore, facendomi entrare in contatto con i personaggi e provare le loro stesse sensazioni.

La protagonista è Lake, un adolescente malinconica, costretta dopo la morte del padre a trasferirsi lontano da casa, in un piccolo paesino sconosciuto dove deve cominciare una nuova vita, lontana dalle sue abitudini.
Il primo incontro avviene con Will, nel vialetto della nuova casa.

Un ragazzo indubbiamente bello, simpatico e affabile che in pochi minuti monopolizza le attenzioni di Lake.

Dimenticatevi il bad boy, perchè Will è il bravo ragazzo per eccellenza.

Lui e il fratellino sono orfani e senza alcun intralcio Will si occupa di lui come se fosse il padre.

Al primo appuntamento, Lake conosce un ragazzo completamente diverso da quelli a cui era abituata, maturo e responsabile, in grado di farla sentire serena con un solo sguardo.

Purtroppo la felicità ha vita breve e tutto cambia con il primo giorno di scuola , quando Lake si rende conto che Will non è un suo coetaneo, ma il suo giovane professore di poesia.

Da quel momento, la sua vita diventa un inferno. 
Stare lontani è un' agonia, così come nascondere i loro sentimenti , ma stare insieme è praticamente impossibile.
In gioco c'è il lavoro di Will, una carriera per cui ha faticato e a cui non può rinunciare, per il bene del fratello di cui si occupa da solo.

Con il cuore infranto Lake deve gestire non solo il dolore ancora fresco per la morte del padre, ma una nuova tragedia che colpisce la sua famiglia, composta dalla madre e dal fratellino.

Una storia semplice e priva di fronzoli, con personaggi "normali", privi di  caratteristiche sovrannaturali,  ma che incanta e coinvolge dall'inizio alla fine.

Una lettura a cui non puoi fare a meno di pensare anche quando hai chiuso il libro, che fà riflettere anche dopo giorni dalla sua conclusione, fatta di sentimentI veri e concreti che si vivono sulla propria pelle.
La poesia non è solo legata al lavoro di Will, ma è il perno della storia, il mezzo con la quale i personaggi esprimono i loro sentimenti più importanti e con cui parlano al mondo.

Attraverso i loro componimenti conosciamo la loro storie e le rivelazioni più importanti, un elemento che mi ha fatto apprezzare ancora di più questo libro.
I personaggi sono creati alla perfezione, entrare in empatia con loro è naturale ed immediato. Ho amato Lake con i suoi dubbi e la sua malinconia, Will  premuroso e profondo e Eddie con la sua spontanea dolcezza.

Questo romanzo mi ha fatto riflettere sulle piccole cose della vita, sulla speranza e soprattutto sulla forza che ogni individuo riesce a trovare per rialzarsi dopo una dolorosa caduta.

Un'altra cosa che ho imparato è che l'amore, quello vero, riesce a guarire qualsiasi ferita.


VALUTAZIONE FINALE : 5 FATINE

 Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic

Buona lettura
Anita

1 commento: